Riaperto il Centro di Tonghi in Bangladesh

Da quasi due mesi è ripartita l’attività al centro di Tonghi in Bangladesh. L’emergenza Covd aveva costretto gli operatori a interrompere la loro importantissima missione in quella terra. Ma con tutte le precauzioni possibili, finalmente il centro, che è punto di riferimento per tantissime famiglie e bambini disagiati, ha riaperto i battenti.

I primi a rientrare sono stati i bambini del doposcuola, circa 12 studenti divisi in due turni, Alle consuete attività, da un mese si è affiancato anche un corso di disegno, grazie a un giovane artista locale che presta la sua opera a favore di ragazzi.

Oltre a queste attività gli operatori del centro hanno deciso di aprire al mattino per ospitare alcuni bambini che vivono in condizioni gravissime. A loro è assicurato, oltre all’istruzione, anche il pasto e la merenda. Tutto ciò, nonostante le grave limitazioni dovute alla pandemia, è stato possibile grazie all’abnegazione degli operatori Victor e Nilufa, oltre alla cuoca Shefali, che sono presenti accanto alle famiglie e ai bambini.

Il 16 Ottobre, inoltre, è previsto un seminario per le ragazze adolescenti, per sensibilizzarle sulla loro realtà femminile e sui loro diritti. Il programma adolescenti è già partito nel mese di settembre e sono state già 12 le ragazze incontrate.

Per queste e per le tante altre attività del centro, l’Associazione Salerno Carità ringrazia il Signore e chi sostiene concretamente queste opere.